Home > Sistemi di combustione > Torna ai RisultatiGriglie

Griglie

La macchina attraverso la quale si realizza il processo di combustione del combustibile solido in pezzatura al di sopra di 1 mm3 ( valore indicativo ) è la griglia.

Da molti anni  installiamo griglie di nostra concezione e disegno. Esse sono il frutto di una lunga esperienza specificamente sviluppata nel settore della lavorazione del legno per la produzione dei pannelli. Questo fatto è stato per noi determinante, perché, considerando che si è dovuto affrontare il problema della valorizzazione energetica degli scarti di lavorazione, con la necessità di soddisfare condizioni restrittive in termini di controllo di processo e anche controllo delle emissioni, siamo stati in grado di raggiungere risultati di alto livello proprio in termini di controllo combustione e valori emissivi, partendo da combustibili difficili.

Le nostre griglie si possono sicuramente definire “specifiche” per combustibili solidi speciali. Ovviamente queste stesse macchine si comportano ancor meglio per biomasse vergini.

Il processo di combustione si sviluppa nella sua completezza lungo l'asse longitudinale della griglia. In sequenza si sviluppa la fase di essicazione del combustibile, che libera l'acqua contenuta, a seguire avviene una fase di gassificazione e sviluppo della fiamma, per finire con l'ultima sezione di griglia dove avviene la completa combustione delle parti residue solide e la formazione delle scorie finali, scaricate nel pozzo caldo.

Sotto la griglia trovano posto i canali di distribuzione dell'aria di combustione e le tramogge di scarico delle ceneri. Le nostre griglie sono del tipo raffreddato ad aria, intendendo che la stessa aria di combustione realizza il raffreddamento dell'impalcato della griglia.

Il piano inclinato su cui avviene il processo di combustione, oltre che il movimento meccanico che realizza l'avanzamento del combustibile, è costituito da barre accostate e parzialmente sovrapposte che sostengono il combustibile durante la combustione e contemporaneamente lasciano passare, distribuendola, l'aria di combustione. La loro conformazione permette anche lo scarico delle ceneri.

Le barre sono realizzate in una lega di acciaio refrattario, cioè resistente alle alte temperature. Sono prodotte per fusione e, naturalmente, la lega utilizzata è quella che può dare le massime garanzie di resa, tenendo conto della composizione del combustibile e le sue caratteristiche fisiche.

Durante gli anni sono stati sviluppati diversi disegni e sagome delle barre griglia, ciascuno adatto a determinati combustibili e tra loro facilmente intercambiabili per poter ottimizzare le condizioni operative della macchina.Menzioniamo, inoltre le barre raffreddate ad acqua, per particolari applicazioni, per ora non utilizzate su nostri impianti dato l'altissimo livello di resa delle barre tradizionali, sia in termini di risultati di combustione che di durata e facilità di manutenzione. Un cenno alla nostra griglia montata e operativa da anni presso l'inceneritore ACEA di Terni, in Italia, dove i risultati ottenuti sono da considerarsi di eccellenza (combustibile pulper di cartiera).